1° Maggio

Mi ricordo le scampagnate e le cassette di fave comprate negli orti sull’Appia Antica

mi ricordo le bandiere rosse e l’internazionale

mi ricordo mio padre che mi spiega quale conquista e quali conquiste ci siano dietro questa data

oggi non c’è più niente da festeggiare

non c’è lavoro

non ci sono più le bandiere rosse

i supermercati sono aperti

è solo un giorno come gli altri

c’è chi vota Renzi, c’è chi dice “i miei operai”

gente che quelle bandiere le porta nel sangue

mischiate con un cammino tortuoso fatto di sconfitte

rese

speranze

Domani appendo la bandiera rossa al pennone………………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *