Tag Archive for 'udc'

Analisi politica

In fondo il gioco è semplice: il non riuscire a capire che cosa abbiano in mente Casini (Udc), Gentiloni (Pd) e Fioroni (Pd) è un rischio che, chi come me, ha la fortuna di poter leggere molto e di seguire i dettagli, mette in conto.

Per sgombrare il campo da equivoci vi dico subito che la “riunificazione” del voto “cattolico” non c’entra niente.

C’entrano si i numeri, ma quelli veri, non quelli ipotetici.

Dice Fioroni:”Il Pd faccia una proposta seria al Terzo Polo e tagli fuori l’Idv ( e quindi Vendola)”.

Dice Casini:”il Pd ci faccia una proposta seria e noi la valuteremo, ma prenda le distanze da Di Pietro” (e quindi da Vendola n.d.a.). Continue reading ‘Analisi politica’

Giù la maschera

Le parole sono importanti, l’ho sempre sostenuto, hanno un significato preciso, nonostante si cerchi spesso di trasformarlo, di ampliarlo, di adattarlo alle proprie convenienze.

I politici sono maestri nell’arte del trasformismo verbale, lo sono perchè non vogliono essere chiari, parlano in codice, e si lanciano messaggi difficili da decifrare.

Ma se uno ha la possibilità di seguirli è quasi sempre facile smascherarli.

Così il governo di “Unità Nazionale” da ieri è diventato un governo di “armistizio“. Parole di Pierferdinando Casini, che ieri, alla convention dell’Udc di Milano, si è dichiarato disponibile ad un tavolo con Berlusconi per un nuovo esecutivo. Continue reading ‘Giù la maschera’

I cattolici non votano

In questi giorni stiamo assistendo ad un ritorno di fiamma su un argomento che sembrava ormai superato: per chi votano i cattolici?

Chiaramente, in un paese in cui lo scarto di voti fra i due poli sembra ormai ridotto al 2-3%, il voto di qualche milione di cattolici credenti e praticanti, risulta determinante, ed ecco che tutti e due gli schieramenti li tirano per la giacchetta.

C’è un terzo schieramento che li vorrebbe tutti per se ed è l’Udc, per il quale questa percentuale, equivale a 20-30 poltrone in più da poter chiedere, anzi pretendere.

Per anni, quella croce stilizzata rossa su sfondo bianco è stata un sicuro (ma falso, come dimostra la storia) approdo. Quella croce, e il nome Democrazia Cristiana, facevano da forte richiamo e da collante (e da specchietto per le allodole) per i cattolici. Continue reading ‘I cattolici non votano’

Primarie

Dove eravamo rimasti? ah si! mi ricordo…………….alla politica dei “due forni”…………………….

Le conseguenze del voto alle primarie in Puglia mandano un messaggio chiaro a Pierluigi Bersani: non ha ancora capito chi sono gli elettori del Pd.

Non ha ancora capito che le mille anime del Pd sono la forza del Pd, che la sintesi che va cercando, non è nell’alleanza piatta e poco trasparente con l’Udc, ma nelle persone giuste al posto giusto.

Spero che questa sonora lezione serva a Bersani per capire che il Leader Maximo, sarà un ottimo politico, un ottimo mediatore, ma ormai il suo appeal sugli elettori è vicino allo 0% ( circa lo stesso di Rutelli).

Nella sua Gallipoli, dove per anni ha mietuto successi, il risultato delle primarie è schiacciante: votanti 888, Vendola 684, Boccia 204, un disastro.

Direi quindi che sostanzialmente Bersani non ha ancora centrato il punto.

Continue reading ‘Primarie’