Tag Archive for 'pdl'

Costituzione

Questa Costituzione del 1948 è un vero “calvario” per Silvio Berlusconi e la sua corte. In tutti questi anni, vuoi per incapacità, vuoi perché, ringraziando Dio, non ha mai avuto una maggioranza dei 2/3 in Parlamento, non è mai riuscito a manometterla.

La Carta mi fa pensare ad un animale ferito che combatte con tutte le sue forze per non essere abbattuto; resiste a tutti gli attacchi, a tutte le peggiori nefandezze che questa destra è in grado di pensare e proporre.

Ricorderò questo ormai quasi-ventennio dell’era berlusconiana soprattutto per questo motivo, e tutti noi dovremmo ringraziare Togliatti, De Gasperi, Scalfaro, Calamandrei e tutti gli altri “padri costituenti” per essere stati così attenti, così capaci di creare un meccanismo che impedisse il ritorno del fascismo.

Lo spirito col quale fu scritta è proprio questo: mettere a punto una serie di norme che bilanciassero i tre poteri dello Stato in modo che nessuno dei tre potesse prevalere sull’altro, e quindi di fatto per impedire il ritorno di una dittatura senza controllo.

Sia ben chiaro: il deputato Ceroni, estensore della legge costituzionale che dovrebbe modificare l’articolo 1 della Carta, ha tutto il diritto di farlo, non c’è nessun attacco alla Costituzione di tipo eversivo, c’è solo il diritto di una maggioranza a tentare di modificare la Costituzione, diritto legittimo e sancito dalla Costituzione stessa.

Attualmente l’articolo 1 recita: l’Italia è una repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Nella modifica proposta da Ceroni diventerebbe: l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralità del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volontà popolare espressa mediante procedimento elettorale.

E’ evidente come il tentativo del Pdl sia quello di attribuire al potere legislativo (il Parlamento) una supremazia sul potere giudiziario (la Magistratura) e sul potere esecutivo (il Governo), cosa abbastanza pericolosa soprattutto visto la tendenza di Berlusconi di ritenere il potere legislativo al servizio di quello esecutivo.

Tentativo ancor più pericoloso se si tiene conto che, con l’attuale legge elettorale, è sostanzialmente il Caimano a decidere chi debba o meno sedere in Parlamento.

Sarebbe sostanzialmente il ritorno del fascismo, magari a Ceroni sta bene, al pirata Jack per niente.

Jack

Fini vs Berlusconi

In questi giorni ci sarebbe molto da riflettere, ma Jack attrversa un momento intenso, che lo porta lontano dal cassero, e dalla possibilità di offrirvi qualche spunto di riflessione.

Per esempio su quanto accaduto ieri nella direzione nazionale del Pdl, dove abbiamo assistito ad una scena, che se fosse successa nel Pd, avrebbe suscitato l’ilarità del Minzolini di turno e forse pure un editoriale telecomandato.

Fini contro Berlusconi, in maniera netta e (forse) irreversibile, di tutte le cose dette dal Presidente della Camera e dalle risposte del Premier, si potrebbe parlare per ore, ma una mi ha a colpito in maniera particolare. Continue reading ‘Fini vs Berlusconi’

Il paese di “sottosopra”

Nel paese di “sottosopra” succede di tutto, tanto che una “semplice” consultazione elettorale regionale, per quanto corposa, sta diventando una resa dei conti all’interno del “partito di plastica”.

Se il problema fosse solo un riassetto all’interno del Pdl nel dopo voto, non ci sarebbe nessun problema, succede sempre, basta guardare cosa è successo al Pd dopo le primarie.

In realtà il problema è più vasto, ed ha una duplice biforcazione. Continue reading ‘Il paese di “sottosopra”’

Renato Schifani

Ieri il Presidente emerito del Senato Renato Schifani ha rilasciato questa dichiarazione, riguardo al caos che si è creato intorno all’esclusione delle liste del Pdl e di Renata Polverini nella provincia di Roma:” tifo fortemente per garantire il voto a tutti i cittadini, perchè non vengano spogliati di un diritto costituzionalmente garantito” e si augura che “sempre nel rispetto delle regole prevalga la sostanza sulla forma, quando la forma non è essenziale”.

Continue reading ‘Renato Schifani’

Solo spot

Oggi solo spot da Jack, perchè sale dal profondo il disgusto, quello che lascia l’amaro in bocca per giorni.

Ieri ho cercato di essere ironico sul “processo breve”, ma non ci sono riuscito ed ho cestinato l’articolo.

Sono molto curioso di vedere se la nostra Costituzione così violentemente attaccata sarà in grado di resistere, se resisterà alle leggi che per salvare uno, puniscono migliaia, in barba al concetto di democrazia.

Voglio vedere se tal on. Santelli (Pdl), chiaramente non eletta da nessuno, e quindi che a nessuno deve rispondere, se non a chi l’ha messa lì, porterà avanti alla Camera il disegno di legge che ha presentato ieri e che prevede l’indipendenza della Polizia Giudiziaria dai Pubblici Ministeri, quindi sostanzialmente il controllo del Governo sulla Giustizia.

Voglio vedere che frutti darà l’incredibile asse che vede il clero (non la Chiesa, non Cristo), Continue reading ‘Solo spot’