Tag Archive for 'pd'

DAT

Arriva alla Camera in volata la legge sul biotestamento.

Una legge particolarmente ostica per i cattolici o almeno per una parte di essi, una legge nata sulle ali della vicenda di Eluana Englaro e che ha pesanti ripercussioni politche soprattutto sul Partito Democratico.

Il Partito più “bello”, quello con più “anime”: tutti danno per certo che almeno 15-20 deputati del Pd voteranno con la maggioranza + l’Udc.

Il DAT (dichiarazione anticipata di trattamento) nel corso dei vari passaggi parlamentari ha subito pesanti modifiche fino a diventare uno strumento di “vincolo” piuttosto che di “libertà“, l’alimentazione e l’idratazione verranno imposte e il DAT può essere applicato dal medico, non, deve essere applicato dal medico, la differenza è sostanziale.

Fioroni del Pd (uno di quelli che voterà SI a questa legge) rilascia oggi un’intervista a Repubblica, mi colpisce una frase:”…….Il DAT è un quesito finale, escatologico, che come cattolico mi riguarda in prima persona. La vita è un bene di cui noi possiamo decidere?, è lecito, mi chiedo, lasciarsi morire?”.

Da cristiano so perfettamente che la vita è un bene di cui non possiamo disporre perchè appartiene a Dio, ma mi domando:” possono disporre della mia vita Fioroni e Cicchitto?”.

Fioroni usa la parola escatologico, e questo è emblematico, perchè questa parola ha un significato profondo solo per i cattolici; per i laici, gli atei, gli agnostici, la parola escatologico è vuota, quindi mi domando:”ma questa legge è una legge fatta da “una parte” contro “un’altra“?, è fatta per imporre a “tutti” il volere di “pochi”?, è fatta per imporre a “tutti” i dogmi della Fede cristiana?

Io non “staccherei mai la spina” , perchè a decidere della mia vita sarà il Signore, ma ho anche un’altra convinzione, quando arriverò “di là“, troverò LUI e non Fioroni a giudicarmi per le mie scelte.

Jack vota NO

Jack

Analisi politica

In fondo il gioco è semplice: il non riuscire a capire che cosa abbiano in mente Casini (Udc), Gentiloni (Pd) e Fioroni (Pd) è un rischio che, chi come me, ha la fortuna di poter leggere molto e di seguire i dettagli, mette in conto.

Per sgombrare il campo da equivoci vi dico subito che la “riunificazione” del voto “cattolico” non c’entra niente.

C’entrano si i numeri, ma quelli veri, non quelli ipotetici.

Dice Fioroni:”Il Pd faccia una proposta seria al Terzo Polo e tagli fuori l’Idv ( e quindi Vendola)”.

Dice Casini:”il Pd ci faccia una proposta seria e noi la valuteremo, ma prenda le distanze da Di Pietro” (e quindi da Vendola n.d.a.). Continue reading ‘Analisi politica’

Notizie dal fronte

La situazione si fa interessante e gli sviluppi futuri incerti, il Pd si sta disgregando in maniera sempre più netta, si staccano i prodiani, i veltroniani, i “marchioniani” e gli “antimarchioniani“.

Nell’epoca del disfacimento culturale, c’è un’aria disperata, Fassino si ritira in quel di Torino, D’Alema no! Lui non si ritira mai.

Un giudice della Corte Costituzionale scrive ai suoi colleghi per raccomandare di non dichiarare anticostituzionale il “legittimo impedimento” per il premier, è lo stesso giudice che lo invitò a cena lo scorso anno insieme al Ministro dell’Ingiustizia Alfano.

Berlusconi dichiara che nel 2012 torneremo ai livelli pre-crisi, le domande sorgono spontanee e sono due: e nel 2011 che facciamo?, per tornare ai livelli pre-crisi ci vuole una crescita del Pil di circa il 4%, vi sembra possibile? Continue reading ‘Notizie dal fronte’

Giù la maschera

Le parole sono importanti, l’ho sempre sostenuto, hanno un significato preciso, nonostante si cerchi spesso di trasformarlo, di ampliarlo, di adattarlo alle proprie convenienze.

I politici sono maestri nell’arte del trasformismo verbale, lo sono perchè non vogliono essere chiari, parlano in codice, e si lanciano messaggi difficili da decifrare.

Ma se uno ha la possibilità di seguirli è quasi sempre facile smascherarli.

Così il governo di “Unità Nazionale” da ieri è diventato un governo di “armistizio“. Parole di Pierferdinando Casini, che ieri, alla convention dell’Udc di Milano, si è dichiarato disponibile ad un tavolo con Berlusconi per un nuovo esecutivo. Continue reading ‘Giù la maschera’

Franchi tiratori

308 voti favorevoli, 285 voti contrari.

La mozione, che di fatto impedisce ai magistrati di Napoli, di utilizzare le intercettazioni telefoniche a carico di Domenico Cosentino (Pdl), per il quale si ipotizza il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, è passata.

Incassato il voto, che limita fortemente le possibilità dell’inchiesta di Napoli di appurare nient’altro che la verità, Cosentino si è affrettato a rilasciare questa dichiarazione:”voglio essere processato”.

Io credo che ci abbiano presi per stupidi. Continue reading ‘Franchi tiratori’

Sindrome Pd

Nella testa dei dirigenti del Pd scatta alle volte una strana sindrome: ogni volta che B è in difficoltà, e stavolta lo è pesantemente, qualcuno cerca di aiutarlo.

Stranamente stavolta è Veltroni, di solito sono D’Alema o Letta, i più inclini ad inciuci  di ogni genere, dalla “bicamerale“, al difendersi “dal processo“.

Se chiudo gli occhi, mi passa davanti tutta la storia del Pd. Continue reading ‘Sindrome Pd’