Monthly Archive for agosto, 2010

Verrà la notte

Verrà la notte e avrà i tuoi occhi………………

occhi che bruciano…………

arriveranno le ruspe e spazzeranno via tutto quello che sei stato…..

e non sarai più………..

qualcuno pensa che nessuno soffrirà per te……………

morire a tre anni………….

qualcuno pensa che dovreste tornare indietro…………

indietro dove?

arriverà l’Arciere e avrai i suoi occhi…………….

Openjack si vergogna per quelli che non si vergognano…………….

Openjack si vergogna per quelli che non hanno dignità………..

Openjack apre ancora i suoi possenti alberi per portarti con se…….

Jack

Villa Campari

E’ di ieri la notizia del “supervertice” fra i due grandi statisti Bossi e Berlusconi a Villa Campari.

Niente elezioni è stata la richiesta di Berlusconi (accolta), ma niente Udc nel governo, come richiesto da Bossi.

Siamo in mano a questi due guitti, che come i peggiori mercanti della Prima Repubblica vivono di scambi sulla nostra pelle. Continue reading ‘Villa Campari’

Ad Aziendam

Ho sempre creduto che le leggi “ad personam” fossero una delle cose che dovessero suscitare più sdegno nell’opinione pubblica, perché rispondono ad una logica impossibile da condividere: la “legge”, strumento supremo per regolare i rapporti fra i cittadini nella nostra Costituzione, viene piegata, di volta in volta, per l’interesse di un singolo. Invece  in Italia il “singolo” (sempre lo stesso!) ne beneficia nella più totale indifferenza della gente.  Continue reading ‘Ad Aziendam’

‘SINGLE’ quale vocazione ?

La prendo un po’ alla lontana, al tempo dei miei genitori, anni a cavallo della 2° guerra mondiale, una persona di 20 anni (oggi lo chiameremo ragazzo a quei tempi erano uomini e donne fatti e finiti) aveva davanti a se, grosso modo, queste alternative:

  • sposarsi … dove ? … in Chiesa che domande,
  • vita consacrata,
  • carriera militare … a volte non mettendo su famiglia,
  • essere donne non sposate … cioè essere considerate zitelle

Continue reading ‘‘SINGLE’ quale vocazione ?’

Essere fino in fondo Jack………….

In questi giorni memorabili, abbiamo anche scoperto di avere una “Costituzione materiale” (F. Frattini) e non più una Costituzione sostanziale.

Cioè l’insieme di leggi che regola la nostra società, non sono chiare, non sono uguali per tutti, non valgono sempre.

Nella “Costituzione materiale” è Berlusconi che scioglie le camere, a seconda dei suoi comodi e dei risultati degli immancabili sondaggi, non più il Presidente della Repubblica.

Non basta più ricordare che siamo ancora una Repubblica Parlamentare ed è dovere del Presidente della Repubblica capire se nel Parlamento c’è una maggioranza in grado di governare, anche se diversa da quella uscita dalle urne.

Personalmente sono per andare al voto, anche con questa legge elettorale, perchè sono convinto che sia il momento, con una seria campagna elettorale, di spazzare via B dalla scena politica, ma non è interesse di tutti e soprattutto non è, con mio grande rammarico, interesse del Pd.

Essere fino in fondo Jack, vuol dire che Fini e Bocchino, i nuovi paladini della legalità, non hanno ai miei occhi nessuna credibilità, e non per la casa a Montecarlo di An, della quale me ne frego altamente, ma perchè sono 16 anni che avallano, con i loro voti, tutte le più tremende e vergognose leggi ad personam e ad aziendam di B, tutti i condoni possibili.

Oggi a Bocchino, interessano la Villa di Arcore e i rapporti di B con Putin e Gheddafi, ma per cortesia!!!!!!!!!! stendiamo un velo pietoso su tutti, a cominciare dai vertici del Partito Democratico eternamente indecisi e a caccia di chimere (Casini) e diamogli un bel calcio nel sedere.

Questo è solo il rientro di Jack, ben trovati a tutti.