La bestia Maroni

Qualche notte fa in acque libiche, un motopeschereccio di Mazara del Vallo, è stato crivellato di colpi da una motovedetta libica, per fortuna l’equipaggio è rimasto illeso.

Il nostro “incredibile” Ministro degli Interni (uso questa espressione perchè le altre che ho in mente non sono riferibili) dichiara:”Non doveva accadere. Immagino che lo abbiano scambiato per una nave con clandestini, ma con l’inchiesta verificheremo ciò che è accaduto“. 

Ergo, per il nostro “emerito” Ministro degli Interni, i libici possono sparare sulle navi che trasportano clandestini, o quanto meno hanno il nostro consenso per farlo e il nostro governo ne è perfettamente a conoscenza.

Questa è una dichiarazione da “bestie“, non da esseri umani, ma che diavolo di trattato abbiamo stipulato con la Libia?, quale maledetta cultura vogliamo insegnare ai nostri figli?, a sparare sulla gente?

Maroni non è solo un cattivo maestro, è un ignorante, che si rende complice di un regime torturatore e sanguinario, un uomo privo della benchè minima idea di convivenza civile.

Io me ne sbatto se cattura Matteo Messina Denaro, ma lascia morire, come se niente fosse, decine di persone in mezzo al Mediterraneo, io non voglio questa gente al potere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Sono troppo pericolosi per il nostro futuro.

P.S. devo apportare delle correzioni: la motovedetta che ha sparato non era libica, ma una delle sei che gentilmente abbiamo donato al governo libico per pattugliare il Mediterraneo, e a bordo c’erano sei rappresentanti della guardia di finanza italiana.

Jack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *