Santoro

Proviamo a dismettere per un momento i panni dei telespettatori, pro o contro Santoro, e proviamo a fare i direttori generali di un’azienda.

Io ho sotto contratto un manager che massacra costantemente la concorrenza, strapazzandola in lungo e in largo e portando a casa un sacco di soldi.

Alla azienda concorrente quel manager fa vedere “i sorci verdi” (e vorrei vedere che fosse il contrario!), e quindi ne chiede la “testa”, che cosa mi risponderebbero?, probabilmente si farebbero una grossa risata.

E’ qui il controsenso di questa storia: Santoro fa volare gli ascolti di Raidue che strapazza Italia 1, sua diretta concorrente, in più porta nelle casse Rai, al netto delle spese di gestione, circa 6 milioni di euro. E la Rai per fare un favore a Berlusconi, che è per inciso il proprietario dell’azienda concorrente della Rai, Mediaset, manda via Santoro con una lauta buonauscita e chiude Annozero?

Ma solo io vedo che una cosa senza logica? E’ come se il Presidente della Mercedes chiedesse la testa di Marchionne perchè è bravo e fa guadagnare la Fiat a scapito della Mercedes e la Fiat l’accontentasse, credo che la famiglia Agnelli farebbe meglio a sparire. Chi ha sotto contratto i “cavalli di razza” di solito se li tiene e li premia e li incentiva.

Qui nel “servizio pubblico” succede l’esatto contrario: noi per accontentare Berlusconi e le sue manie, mettiamo le palle sul ceppo?, lasciamo andare via uno dei migliori anchorman solo perchè “politicamente scorretto”? o per fare un favore a Mediaset? In qualunque caso la Lei dovrebbe dimettersi e con lei tutto il cda Rai e il Presidente di garanzia Garimberti.

Fuori i partiti dalla Rai, una volta avevamo il telecomando e bastava per decidere se un programma era bello o brutto e se un giornalista era affidabile oppure no, adesso decide Lei.

Jack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *