c’è un altro perchè …

Ecco a voi Jack.

Jack è mio marito, o meglio l’alter ego di mio marito, Andrea.

Andrea è nato 35 anni fa, a  Roma, ed è oggi uno strano miscuglio di ex (?) comunista marxista ma non estremista, ex studente svogliato a tratti appassionato (alla storia, a certa letteratura, di certo non alla matematica), ex montatore di palchi, ex (?…non nell’anima) geologo, oggi grande padre e pastaio e anche un po’ (?) cattolico.

Jack invece ha iniziato a nascere anni fa, insieme alla malinconica ammirazione per la voce profonda e i racconti amari eppure sognanti di Jack Folla; è cresciuto a nostra insaputa in questi ultimi anni a volte difficili ed ha trovato una sua nuova manifestazione nel personaggio meno culturale eppure affascinante di Jack Sparrow, con la sua spensieratezza fanfarona, con le sue promesse da non prendere sul serio (apparentemente), e soprattutto la sua piratesca lealtà ed onestà.

Poi è nata Caterina e qualcosa in Andrea/Jack è scattato di nuovo, definitivamente.

Una voglia di conoscere e sapere e capire che da un po’ era sepolta nella piccola miriade di cose quotidiane da fare, da affrontare, nei libri di Harry Potter da leggere e rileggere proprio per evadere da tutte quelle cose.

Una voglia di conoscere che adesso è per sapere e capire e saper un giorno forse spiegare e insegnare a Caterina, o almeno provarci.

E per farlo, una voglia di condividere, con gli Amici, all’inizio, per confrontarsi e vedere se anime e posizioni e pensieri diversi possono condurre a qualcosa di nuovo e condiviso, che sia una proposta politica o semplicemente un modo per rapportarsi all’Altro.

E poi è arrivato Jworld, l’Amico di Jack, che, dopo interminabili serate passate a discutere di argomenti di cronaca e politica e attualità e religione, con la spinta propulsiva dell’informatico, ha dato a Jack questo strumento per arrivare a Voi.

Ecco perché “OpenJack”, perché è Jack “aperto a tutti”.

Ed ora eccomi qua…che dire…sono le dieci di sera e nostra figlia dorme.

Potreste immaginarmi in procinto di coricarmi accanto all’affascinante Jack Sparrow, pronto a raccontarmi una delle sue incredibili e falsissime avventure, oppure a farmi raccontare una buona notte speciale dalla voce profonda di Jack Folla….invece sto per andare vicino al Mio Jack, che legge uno dei suoi libri assurdi e difficilissimi e per me noiosissimi sulla Storia Contemporanea (scegliete: mafia? Anni di piombo? Giustizia?) o un articolo di uno dei 3/4  giornali che compra ogni giorno…e poi mi interroga per vedere cosa so o cosa ne penso!

No, non compiangetemi (vabbè,un pochino si in effetti)…, ma a me piace così il mio Jack.

Spero piaccia anche a Voi e spero che con i vostri commenti gli darete quegli stimoli che cerca per essere un cittadino e un uomo più consapevole e migliore.

Buona Fortuna! (A Voi e al Mio Jack).

2 risposte a “c’è un altro perchè …”

  1. x la moglie i jack:
    che dire …ricordati che ci sono sempre io per parlare di frivolezze!!!
    tu ti corichi con un marito che legge libri e giornali “noiosissimi”……mio marito si corica con il computer….ad ognuna il suo esemplare di marito…imperfetto ma simpatico!!
    =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *