Marchionne

Il “dopo Cristo” Marchionne ieri sera era da Fabio Fazio, a Che tempo che fa, a pontificare. Con quella faccia un pò così, ha dichiarato, senza il minimo senso del pudore:”la Fiat ha registrato 2 miliardi di utili, di questi nemmeno un euro è stato fatto in Italia, se dovessimo tagliare la parte italiana, la Fiat farebbe di più”.

Ammetto subito un pregiudizio nei suoi confronti, così da sgomberare il campo da qualsiasi equivoco.

Immagino che bella sensazione debbano aver provato gli operai della Fiat italiani nel sentire queste parole, e poi mi vengono a raccontare che la “lotta di classe” è superata, che deve emergere una “unione di classe”.

Certo che, “unirsi” a uno come Marchionne, per un operaio deve essere molto difficile, quando non sgradevole.

Due le parole che mi hanno colpito in particolare: “fatto“, perchè ilverbo fare, è un verbo antico, che richiama lavori manuali e faticosi, la Fiat (intesa come establishment) non ha “fatto” un bel niente, i suoi operai hanno “fatto” le macchine, Marchionne ha stipulato contratti, ha imposto nuovi accordi sindacali, ha incassato un sacco di soldi, di certo non ha “fatto”, quelli come lui non “fanno”, incassano.

La seconda è “tagliare“, perchè la nonchalance con la quale ho visto, nella mia mente, abbattersi la mannaia sulla testa delle tante persone, indotto compreso, che lavorano per la Fiat, è stata aberrante e violenta.

Marchionne si definisce il “dopo Cristo”, perchè gli fa comodo, qualcuno infatti potrebbe ricordargli che, “prima di Cristo” la Fiat è stata l’azienda italiana privata più aiutata dallo Stato, con soldi pubblici; che se è ancora in piedi e può andare in giro per il mondo a vantarsi dei 2 miliardi di utili, è grazie a noi italiani.

Marchionne mi fa paura, ancor di più se penso che c’è chi, nella politica italiana, lo vede come un leader alternativo a Berlusconi.

Come uno di cui ci si può fidare, io, personalmente, non gli affiderei neanche le chiavi della mia Fiat Panda, potrebbe tranquillamente dire che “prima di Cristo” era mia, “dopo Cristo”, è sua.

Jack

1 Response to “Marchionne”


  • di cosa ci stupiamo …..il crack finanziario non ci ha insegnato nulla ? …per il mercato globalizzato, ormai di difficile governo, conta solo il profitto. Gli azionisti impongono ai loro amministratori delegati di portare a fine anno dividendi … non certo di salvaguardare i posti dei loro dipendenti con annesse condizioni di lavoro e di vita.
    Chi dovrebbe tutelare, con un minimo di lungimiranza, noi lavoratori ? … mi aspetterei che lo Stato in tutte le sue articolazioni faccia del suo punzecchiato continuamente dalle organizzazioni sindacali e lavoratori. Invece il nulla … solo interventi atti ad arginare i danni ….arginare i danni ? una famiglia può arginare i danni, un pensionato si può arrabbatare, ma un parlamento deve puntare più in alto … parecchio più in alto.

    Un’altra domanda mi ronza in testa …..fino a quando si potranno produrre auto in Italia se solo una macchina su 10 venduta è fiat ? … la risposta: ‘xchè le altre sono migliori’ non è contemplata, rischieremmo di fare un assist alla legge del profitto.

Leave a Reply