Deliri

E ancora…………………..”Non occuparti di Berlusconi……………….!”, ma è lui che si occupa di noi!.

L’altro giorno ha invocato una Commissione Parlamentare sulla magistratura, che avrebbe come scopo principale quello di indagare sui Pubblci Ministeri, soprattutto quelli che, in questi anni, hanno indagato su di lui nei suoi sedici processi (non centinaia, come va millantando in giro).

Ha fatto anche il nome del Pm De Pasquale, sovraesponendolo in maniera inaccettabile.

Bisognerebbe capire cosa voglia realmente, perchè non è così sciocco da non sapere, visto che lo so anche io, che un potere dello Stato, in questo caso l’esecutivo, da lui rappresentato, non ne può processare un altro, sarebbe incostituzionale, oltre che da vero regime sudamericano.

Quindi c’è qualcos’altro che lo sta logorando, due le possibili ipotesi: si avvicina la decisione della Corte Costituzionale sul “legittimo impedimento” che, se bocciato, riaprirebbe i suoi tre processi; uno di questi, quello che riguarda la corruzione dell’avvocato inglese David Mills, potrebbe arrivare rapidamente a conclusione, almeno in primo grado.

Nessuno, tranne Mr. B, sa se è colpevole o innocente ma, da come si muove, e da come parla, propenderei per la sua colpavolezza.

Seconda questione, ieri Fli ha aperto uno spiraglio ad una possibile diversa maggioranza parlamentare che modifichi l’attuale legge elettorale, apriti cielo!

Non sia mai che il Parlamento si metta a lavorare su un qualunque testo non approvato dal monarca, sarebbe un golpe.

Insomma, Berlusconi ha di nuovo le pistole cariche, staremo a vedere.

Certo, dal discorso fatto alla festa del Pdl a Milano, sembra dia anche i numeri, ma da alcune interviste fatte ai militanti del partito, è facile evincere come lo “spettro” dei comunisti e delle “toghe rosse” faccia ancora molto presa sulla gente.

Chiudo con due “brevi”, un pò staccate dal contesto di questo post, ma che mi hanno particolarmente colpito.

La prima è di Monsignor Fisichella, Ministro Pontificio, che a proposito della bestemmia del premier e della barzelletta su Rosy Bindi (ma è veramente ossessionato!), ha detto che bisogna “contestualizzare“.

Non sapevo si potessero “contestualizzare” le bestemmie, se non vado errato c’è pure un comandamento, che non parla di contestualizzazione, ma mi sembra dica chiaramente “non nominare il nome di Dio invano“.

La seconda è di Michele Vietti, da poco eletto vicepresidente del Csm, in quota Udc, ma con voto bipartisan, che in una intervista dichiara:”è urgente mettere in sicurezza il Presidente del Consiglio dei ministri“.

Ma che è……. un palazzo?, Va a finire che pure la 626 è una legge ad personam?

Jack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *